Non puoi effettuare un nuovo ordine dal tuo paese. United States

Non ci sono offerte speciali in questo momento

Elenco di prodotti del produttore: IRIS Bio

Nel 1978, nove giovani, ragazze e ragazzi si uniscono ed iniziano a lavorare insieme nella pianura cremonese situata nel sud della Lombardia. Sono figli di braccianti, muratori, mungitori, manovali ed artigiani. Lo scopo iniziale è quello di lavorare la terra per la produzione di prodotti sani, senza l’uso di sostanze chimiche di sintesi, percorrendo gli insegnamenti dei loro padri, quando l’agricoltura rispettava l’ambiente, l’uomo e gli animali. Secondo i fondatori la cultura contadina doveva crescere, svilupparsi e diffondersi.

Nel 1984 la IRIS si fonda ufficialmente come cooperativa agricola di produzione e lavoro, come proprietà collettiva e con lo scopo di coltivare esclusivamente biologico. Quattro punti fondanti sono stati inseriti nell’oggetto sociale e sono:

1. Praticare e diffondere la coltivazione agricola con il metodo dell’agricoltura biologica
2. Creare occupazione in particolare femminile ed a persone svantaggiate
3. Sviluppare il rapporto diretto con il consumatore, per diffondere la cultura contadina e il metodo di coltivazione a produzione biologiche e biodinamiche
4. Promuovere la cultura della proprietà collettiva.

I lavori agricoli iniziano in un piccolo paese vicino alla città di Cremona in un solo ettaro di terra, con l’aiuto di Angelo Gritta bracciante agricolo e Ivo Totti tecnico agricolo precursore dell’agricoltura biologica e biodinamica, i giovani iniziano a lavorare alacremente per produrre ortaggi di stagione che vendono direttamente in azienda.
Il lavoro è duro e faticoso, “la terra è bassa”; la strada scelta è fatta di molti sacrifici e di pochi denari; in cooperativa si lavora per produrre alimenti primari di qualità, sani, ad un prezzo accessibile a tutti e per proporre attraverso la vendita diretta, la cultura contadina; il messaggio del “progetto economico Iris”.
Per migliorare la vendita dei tanti ortaggi la coop. IRIS apre due spacci agricoli nella citta di Cremona dove si svolgono molte attività culturali: sui metodi di produzione biologiche, sull’alimentazione, sull’ecologia….

Nel 1990 avviene una crescita importante: la cooperativa ha la volontà di svilupparsi ed allargare il progetto, decide di coinvolgere i consumatori proponendo la partecipazione al progetto IRIS come soci finanziatori, permettendo con questi risparmi di avere le basi per l’acquisto di un fondo agricolo di ettari 36.00. Il consumatore prende parte diretta nell'acquisto di un bene a proprietà collettiva e la cooperativa così prosegue nel progetto agricolo e nella diffusione dei suoi valori fondanti.
Dal 1994/96 l’azienda agricola di Calvatone comincia a divenire un punto di riferimento per chi coltiva biologico, per la continua ricerca di tecniche che perseguano il minor impatto ambientale, per i risultati produttivi soprattutto in qualità, per l’utilizzo teso al massimo risparmio dell’acqua, per la pacciamatura con carta non trattata e molto altro.
Poi la scelta di trasformare in prodotto “finito” biologico le coltivazioni agricole, porta l’Iris ad incrementare l’occupazione dei soci sempre in una un’ottica di mutualità.
S’incrementa il nostro impegno per diffondere le tecniche di coltivazione bio e soprattutto per far crescere il rapporto diretto con il consumatore: è l’inizio dei Gruppi di Acquisto Solidali, un movimento di consumatori che vogliono avere un rapporto diretto di fiducia con i produttori.

Nel 2005 la cooperativa decide di rilevare il pastificio con cui lavorava ormai da anni, che versa in condizioni difficili e non garantisce continuità di lavoro ai dipendenti. Per questo IRIS coop. agricola entra nella gestione diretta e nel 2008 rileva completamente il pastificio, mantenendo così tutti i posti di lavoro, nella persecuzione dell’oggetto sociale.

Negli anni successivi la cooperativa passa la gestione del pastificio alla sua azienda A.S.T.R.A. Bio srl, insieme le due aziende hanno cinquantatré posti di lavoro. (dato indicativo)
Il pastificio lavora a pieno ritmo e si produce esclusivamente biologico.